" Avete ricevuto gratuitamente, date gratuitamente"  (Matteo 10:8)

HOME  |  MAPPA DEL SITO  |  CONTATTI  |  AIUTO    
Studi Biblici Libri Cristiani Gratuiti eBook Cristiani Gratuiti Riguardo a Noi
 



 Sermoni su soggetti importanti del Rev. Paul C. Jong

 

Il meraviglioso vangelo che consente allo Spirito Santo di dimorare nei credenti


< Isaia 9:6-7 >

“Poiché un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio. Sulle sue spalle è il segno della sovranità ed è chiamato: Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre per sempre, Principe della pace; grande sarà il suo dominio e la pace non avrà fine sul trono di Davide e sul regno, che egli viene a consolidare e rafforzare con il diritto e la giustizia, ora e sempre; questo farà lo zelo del Signore degli eserciti.”



Cosa consente allo Spirito Santo
di dimorare nei credenti?
Il meraviglioso vangelo dell’acqua
e dello Spirito.

PERSONAL ricevere lo Spirito Santo, dobbiamo avere fede nel vangelo dell’acqua e dello Spirito. Nostro Signore è definito Meraviglioso, Consigliere, e Potente Dio. Nostro Signore si definì la via per il Cielo. Gesù Cristo donò a tutti il meraviglioso vangelo.

Tuttavia, in questo mondo, ci sono tanti che vivono ancora nel buio. Essi cercano di sfuggire da questa oscurità ma poiché non conoscono il meraviglioso vangelo, non possono mai sfuggire dai loro peccati. Invece essi si indeboliscono nella loro fede nelle false dottrine. Al contrario, quelli che cercano la verità, incontreranno il meraviglioso vangelo e vivranno il resto delle loro vite piene delle benedizioni di Dio. Io credo che sia la speciale benedizione di Dio che mi consente di aiutarli a scoprire il meraviglioso vangelo e di mondarli dai loro peccati.

Pertanto la libertà dal peccato sarebbe impossibile se non fosse per la Sua benedizione. Se noi abbiamo incontrato il Signore e ricevuto lo Spirito Santo allora siamo grandemente benedetti. Purtroppo, molti non sono consapevoli che la benedizione di Dio viene dalla fede in questo meraviglioso vangelo.

La benedizione di Dio deriva da credere nel meraviglioso vangelo che ci fu dato da Gesù Cristo, il Suo unigenito figlio. Gesù è Colui che ci salva dai peccati del mondo e ci benedice con la Sua misericordia. Nessuno può salvarci dai nostri peccati o aiutarci a cancellare la colpa nei nostri cuori. Chi potrebbe salvarsi dai suoi peccati e dal dolore della morte eterna?

Dio ci dice: “C’è una via che pare diritta a qualcuno, ma sbocca in sentieri di morte” (Proverbi 16:25). Le persone stabiliscono le loro religioni e conducono se stesse alla distruzione e alla morte. Molte religioni si vantano di enfatizzare la giustizia e di mostrare le loro strade per salvare la gente dai suoi peccati ma è solo il vangelo dell’acqua e dello Spirito, che nostro Signore ci ha dato, che può salvarci da tutti i nostri peccati. Solo Gesù è il Salvatore che può salvare i peccatori dai loro peccati.

In Giovanni 14:6, nostro Signore disse: “Io sono la via, la verità, e la vita.” Egli diede la Sua carne e sangue a quelli che andavano verso la morte. Egli Si definì il cammino per la vera vita. Dio dice che se uno non crede nel meraviglioso vangelo di Gesù, non può entrare nel Regno del Cielo.

Noi dobbiamo credere nel vangelo dell’acqua e dello Spirito, essere perdonati per i nostri peccati e credere che Egli è il nostro Salvatore per entrare nel regno del Cielo.



Un tempo nell’antico Israele!

“Nei giorni di Acaz figlio di Iotam, figlio di Ozia, re di Giuda, Rezìn re di Aram e Pekach figlio di Romelia, re di Israele, marciarono contro Gerusalemme per muoverle guerra, ma non riuscirono a espugnarla” (Isaia 7:1).

Israele era originariamente una sola nazione. Tuttavia, Israele venne divisa in sud e nord. Il Tempio di Dio era in Gerusalemme della Giudea del Sud, dove regnava Rehoboamo, il figlio di Re Salomone. In un secondo tempo, Geroboamo, uno dei servi di Salomone, fondò un’altra nazione nel nord e così Israele divenne divisa. Da allora, la fede in Dio si deteriorò. Il deterioramento della fede divenne la fonte delle religioni eretiche odierne. Geroboamo in tal modo divenne il creatore degli eretici. Egli emendò la legge di Dio perché aveva bisogno di mantenere il Suo trono e pertanto, divenne il padre degli eretici. Egli creò una diversa religione per il Suo popolo in Israele, il Regno settentrionale e cercò anche di invadere la Giudea, il Regno meridionale. Passarono circa 200 anni, ma le relazioni ostili tra i due regni rimasero immutate.

Tuttavia, Dio parlò attraverso Isaia: “Poiché gli Aramei, Efraim e il figlio di Romelia hanno tramato il male contro di te, dicendo: Saliamo contro Giuda, devastiamolo e occupiamolo, e vi metteremo come re il figlio di Tabeèl. ─ Così dice il Signore Dio: Ciò non avverrà e non sarà! Perché capitale di Aram è Damasco e capo di Damasco è Rezìn. Capitale di Efraim è Samaria e capo di Samaria il figlio di Romelia. Ancora sessantacinque anni ed Efraim cesserà di essere un popolo. Ma se non crederete, non avrete stabilità.” (Isaia 7:5-9).

In quel tempo, Dio profetizzò attraverso Isaia al Re Ahaz, ma il Re non aveva fede in Lui. Ahaz era soltanto preoccupato di non riuscire a resistere neanche contro l’esercito della Siria, ma udendo dell’invasione di Siria e Israele in alleanza tra loro, egli tremava in paura. Ma venne un servo di Dio, Isaia, e gli disse: “In meno di sessantacinque anni, Israele del nord sarà distrutta. E la malvagia cospirazione che i due re hanno complottato non si realizzerà mai.”

Il servo di Dio disse al Re Ahaz di cercare un segno da Dio. “Chiedi un segno dal Signore tuo Dio, dal profondo degli inferi oppure lassù in alto” (Isaia 7:11).“Allora Isaia disse: Ascoltate, casa di Davide! Non vi basta di stancare la pazienza degli uomini, perché ora vogliate stancare anche quella del mio Dio? Pertanto il Signore stesso vi darà un segno. Ecco: la vergine concepirà e partorirà un figlio, che chiamerà Emmanuele” (Isaia 7:13-14). Questa fu la Sua profezia: Che avrebbe salvato il Suo popolo dai suoi peccati.



Chi è il nemico di Dio?

Il nemico dell’umanità è il peccato e il peccato nasce da Satana. E chi è il Salvatore dai nostro peccati? Il Salvatore non è altri che Gesù Cristo, il Figlio di Dio. L’uomo ha debolezze fondamentali di carne e pertanto non può fare a meno di commettere peccati. Egli è sotto il potere di Satana. Parecchie persone visitano ancora gli indovini e cercano di vivere le loro vite esattamente come vengono istruite da questi falsi profeti. Questa è la prova diretta che sono sotto il controllo di Satana.

Il Signore diede a Isaia la prova della salvezza, dicendo che una vergine avrebbe dato alla luce un figlio e Lo avrebbe chiamato Emmanuele. Era il progetto di Dio mandare Gesù con la carne peccatrice di uomo e far sì che salvasse i peccatori dall’oppressione di Satana. In accordo con la profezia, Gesù venne in questo mondo come un essere umano nato dalla vergine Maria.

Se Gesù non fosse venuto da noi, vivremmo ancora sotto il regno di Satana. Ma Gesù venne in questo mondo e fu battezzato da Giovanni e morì sulla Croce per darci il meraviglioso vangelo che salva tutti i peccatori dai loro peccati. Pertanto, molti credettero nel meraviglioso vangelo, ricevettero il perdono per i loro peccati e divennero figli di Dio.

Ancora oggi, molti teologi si chiedono se Gesù Cristo fosse Dio o uomo. I teologi conservatori dicono che “Gesù è Dio”, ma certi Nuovi Teologi replicano affermando che Gesù era il figlio illegittimo di Giuseppe. Che affermazione deplorevole!

Certi Nuovi teologi dicono che non possono credere che Gesù fosse in grado di camminare sull’acqua. Essi dicono: “Gesù in realtà camminava su un basso colle sopra l’orizzonte e i Suoi discepoli, vedendoLo da lontano, pensarono che stesse camminando sull’acqua.” Gli attuali dottori della divinità che appartengono alle scuole della Nuova Teologia non sono tutti grandi uomini di teologia. La maggior parte di loro sceglie di credere solo in ciò che riesce a comprendere nella Bibbia.

Per fare un altro esempio, la Bibbia dice che Gesù nutrì 5.000 persone con due pesci e cinque pagnotte. Ma essi rimangono molto scettici riguardo a questo miracolo. Essi lo spiegano nei termini seguenti. “Le persone seguivano Gesù e morivano di fame. Così Gesù chiese ai suoi discepoli di raccogliere tutto il cibo avanzato. Allora un bambino Gli diede il suo pasto volontariamente, e tutti gli altri adulti furono commossi e presero il loro cibo. Così dopo che essi ebbero raccolto tutto il cibo insieme e mangiato, erano rimaste dodici ceste.” Questi tipi di teologi cercano semplicemente di far combaciare le parole di Dio con la loro comprensione molto limitata.

Credere nella verità di Dio significa semplicemente avere fede nel meraviglioso vangelo datoci da Dio. La fede non significa credere in una cosa solo perché sembra avere senso ma non poter credere in qualcos’altro perché non ne ha. Che lo comprendiamo o meno, dobbiamo fidarci di Lui e accettare le Sue parole così come sono scritte.

Il fatto che Gesù venne da noi come Figlio dell’Uomo significa che fu mandato per salvarci da tutti i nostri peccati. Gesù, che è Dio, venne su questa terra per salvarci. Isaia aveva profetizzato che Egli sarebbe venuto da noi come Figlio dell’Uomo, nato da vergine.

In Genesi 3:15, il Signore Dio dice al serpente: “Io porrò inimicizia tra te e la donna, tra la tua stirpe e la sua stirpe: questa ti schiaccerà la testa e tu le insidierai il calcagno.” Questo significa che Dio aveva progettato di mandare Gesù, nell’aspetto di uomo, come nostro Salvatore per salvare l’umanità dai suoi peccati.

Nella Bibbia, è scritto: “Dov’è, o morte, la tua vittoria? Dov’è, o morte, il tuo pungiglione? Il pungiglione della morte è il peccato e la forza del peccato è la legge” (1 Corinzi 15:55-56). Il pungiglione della morte è il peccato. Quando un uomo pecca, la morte lo rende schiavo. Ma nostro Signore promise: “La stirpe della donna ti schiaccerà la testa.” Questo significa che Gesù avrebbe distrutto il pungiglione del peccato che Satana aveva portato.

Gesù venne su questo mondo, fu battezzato per togliere tutti i peccati del mondo e fu crocifisso e giudicato per essi. Egli salvò dai peccati tutti quelli che credono nel meraviglioso vangelo. Quando Adamo ed Eva peccarono, Dio promise di salvare l’umanità dalla potenza di Satana. Nel mondo moderno, il nemico di Dio sono coloro che non credono nel meraviglioso vangelo.



Perché Gesù nacque in questo mondo?

Dio ci diede la legge e il meraviglioso vangelo per salvarci dai nostri peccati. Secondo la legge di Dio, gli uomini divennero peccatori alla Sua presenza. Allo stesso modo, la legge fu data in modo che le persone potessero venire a conoscere i loro peccati. Quando gli uomini divennero schiavi del peccato e della legge stessa, nostro Signore venne in questo mondo per adempiere i giusti requisiti della legge.

Gesù nacque sotto la legge. Egli nacque nell’era della legge. Il motivo per cui le persone avevano bisogno della legge era che dovevano conoscere i loro peccati per ricevere il perdono per essi. Le persone puliscono lo sporco dai loro abiti solo quando si rendono conto che sono sporchi. Allo stesso modo, per riconoscere i loro peccati, le persone devono conoscere la legge di Dio. Se non ci fosse stata legge, non ci sarebbe stato nessun senso del peccato, e Gesù non avrebbe dovuto venire in questo mondo.

Se tu conosci la legge di Dio, allora hai una possibilità di incontrarLo. Noi sapevamo della legge e pertanto potevamo conoscere i nostri peccati. Solo dopo aver conosciuto i nostri peccati Gesù Cristo portò il meraviglioso vangelo perché noi vi credessimo. Se Dio non ci avesse assegnato la legge, allora noi non saremmo stati peccatori e il giudizio non esisterebbe. In tal modo, Dio ci diede la legge e ci donò il meraviglioso vangelo per salvare tutti i peccatori dai loro peccati.

La legge che deve esistere tra il Creatore e la Sua creazione è la legge della salvezza di Dio. Questa è la legge dell’amore. Dio disse all’uomo: “Ma dell’albero della conoscenza del bene e del male non devi mangiare” (Genesi 2:17). Questa fu la legge che Dio ci garantì, e la legge divenne la base dell’amore con cui Dio salvò tutti noi dai nostri peccati. La legge della salvezza aveva la sua base nel perdono dei nostri peccati. Dio ci dice che Egli è il nostro Creatore e che tutto venne al mondo secondo la Sua volontà. Questo significa che Dio è l’Essere Assoluto e che gli uomini devono credere nella legge della salvezza che fu realizzata mediante il meraviglioso vangelo.

Dio Assoluto è assolutamente buono. L’amore di Dio per questo mondo Lo spinse a sacrificare il Suo unigenito figlio, che divenne il Salvatore di tutti i peccatori. Se Dio che ci creò non ci avesse dato il meraviglioso vangelo per salvarci dai nostri peccati, ci saremmo lamentati nei Suoi confronti. Ma Dio voleva salvarci dalla nostra distruzione e pertanto stabilì la legge della salvezza. Per via della legge, noi fummo in grado di renderci conto dei nostri peccati e guardandoli direttamente, di iniziare a credere nel meraviglioso vangelo di Gesù. Quando noi violiamo la parola di Dio, ci manifestiamo come peccatori davanti alla legge, e dopo tutto noi peccatori ci inginocchiamo a supplicare la Sua misericordia per il perdono dei peccati davanti a Dio.

Gesù nacque da donna e venne in questo mondo per salvare l’umanità dal peccato. Gesù venne in questo mondo come uomo per adempiere il progetto di Dio per noi. Noi crediamo nel Suo meraviglioso vangelo. Pertanto, noi lodiamo il Signore.

Certi si lamentano: “Perché Dio mi ha fatto così fragile che sono caduto così facilmente nel peccato e ho sofferto così a lungo per i miei torti?” Ma Dio non ha mai voluto che noi soffrissimo. Egli ha consentito che soffrissimo perché eravamo scettici sul vangelo di Gesù. Dio ci diede sia il dolore che il meraviglioso vangelo in modo che avessimo la Sua stessa potenza come Suoi figli. Questo fu il Suo progetto.

Ma i demoni dicono: “No! No! Dio è un dittatore! Andate avanti e vivete come desiderate. Siate indipendenti! Fate le vostre fortune mediante i vostri sforzi!” I demoni cercano anche di bloccare la fede dell’umanità in Dio. Ma quelli che scelgono di vivere staccati da Dio sono ostacoli per il Suo piano per la salvezza. Gesù venne in questo mondo e chiamò quelli che sono sotto il potere di Satana perché rinunciassero ai loro peccati. Noi non dobbiamo vivere staccati da Dio.



L’uomo è nato peccatore ed è destinato all’inferno

Non esiste verità su questa terra che non muti. Ma il meraviglioso vangelo di Gesù è la verità inalterabile. Pertanto, le persone possono basarsi su quella verità ed essere liberate dalla potenza di Satana. L’umanità ereditò i peccati di Adamo ed Eva e senza l’intervento di Cristo sarebbe stata destinata ai fuochi dell’inferno. Invece, grazie al Suo sacrificio, l’uomo fu benedetto con il potere di diventare figlio di Dio. “Ciononostante lo sconforto non sarà su di lei che è afflitta” (Isaia 9:1). Dio mandò Suo figlio su questo mondo e glorificò quelli che credono nella meravigliosa salvezza.

“Il popolo che camminava nelle tenebre vide una grande luce; su coloro che abitavano in terra tenebrosa una luce rifulse” (Isaia 9:2). Oggi, questa parola si avvera per voi e per me. Credendo nel meraviglioso vangelo, noi siamo stati benedetti con la vita eterna, che non possiamo avere su questa terra. Gesù Cristo salvò l’umanità da tutti i peccati del mondo e a quelli che credono nel meraviglioso vangelo, Egli diede la vita eterna e il Regno del Cielo.



Egli versò la luce meravigliosa del vangelo su quelli che erano disperati

L’uomo, come la nebbia, esiste in questo mondo per un certo periodo ma presto scompare. La sua vita è come quella delle piante annuali e dell’erba. L’erba conserva la sua forza vitale solo per pochi mesi durante l’anno e scompare secondo la Provvidenza di Dio. Tutto è vanità nelle nostre vite insignificanti come quest’erba. Ma Dio diede il meraviglioso vangelo alle nostre anime esauste e con la Sua giustizia, ci rese Suoi figli. Che grazia straordinaria è questa! Le nostre vite insignificanti divennero vite eterne grazie all’amore di Dio e fummo anche benedetti con il diritto a diventare Suoi figli.

Ecco la confessione di un’anima che fu benedetta con la grazia di Dio credendo nel meraviglioso vangelo.

“Io nacqui in una famiglia che non credeva in Dio. Pertanto, fui allevato pensando che fosse bello che mia madre pregasse gli dei del cielo e della terra per il benessere della mia famiglia ogni mattina con una scodella d’acqua davanti a lei. Crescendo, non conoscevo il mio valore o il motivo della mia esistenza, il che mi fece credere che non contava veramente se vivevo o morivo. Poiché ero inconsapevole del mio valore, vivevo in solitudine.

Questo tipo di vita mi esaurì e così mi affrettai a sposarmi. La mia vita coniugale fu buona. Non avevo niente da desiderare, perciò conducevo una vita tranquilla e serena. Poi ebbi un figlio e da allora scoprii che l’amore iniziava ad apparire in me. Io iniziai a perdere i miei desideri egoisti ma temevo anche la perdita dei miei cari.

In tal modo, iniziai a cercare Dio. Ero fragile e incapace e pertanto, avevo bisogno di un Essere Assoluto che proteggesse i miei cari. Così iniziai a frequentare la chiesa ma la mia fede era poco diversa da quella di mia madre quando pregava di fronte alla scodella dell’acqua ─ la mia preghiera era basata solo su vaghe paure e speranze.

Una volta, frequentai uno dei piccoli incontri tenuti nella chiesa locale e mentre pregavo, iniziarono a scendermi lacrime dagli occhi. Ero imbarazzato e cercai di smettere di piangere, ma le lacrime continuavano a scendere. La gente intorno a me impose le mani sulla mia testa e si congratulò perché avevo ricevuto lo Spirito Santo. Ma ero disorientato. Non ero neanche a conoscenza delle parole di Dio e la mia fede in Lui era solo vaga, così non avevo fiducia che questa forza fosse dello Spirito Santo.

La chiesa che frequentavo era associata con il Movimento Pentecostale-Carismatico, e molti avevano esperienze come me e quasi tutti parlavano in lingue. Un giorno, ero invitato a un incontro di risveglio guidato da un pastore che la gente considerava pieno di Spirito Santo. Il pastore riunì numerose persone in chiesa e disse che avrebbe sanato la sinusite di qualcuno poiché ciò rientrava nei suoi poteri spirituali. Tuttavia, io pensavo che la sinusite fosse una malattia che si guariva facilmente in ospedale, così ero più interessato a come aveva ricevuto lo Spirito Santo. Ma dopo che il pastore sembrava aver avuto successo nei suoi tentativi di guarigione, iniziò a vantarsi che poteva predire se uno studente di scuola superiore avrebbe superato l’esame di ammissione all’università o no. Molte persone lodavano i suoi poteri come se fossero di Dio.

Ma io non riuscivo a comprenderlo. E non sapevo dire che qualunque potere avesse il pastore, non aveva niente a che fare con lo Spirito Santo. Io non pensavo che fosse importante se poteva sanare la sinusite o predire la riuscita di un esame. Così, non potevo prendere i suoi apparenti miracoli come opere dello Spirito Santo.

Il potere e l’amore di Dio che avevo in mente erano diversi da quello che vedevo. Per quel motivo, smisi di frequentare quella chiesa ed evitai la gente che credeva nel potere del pastore. Dopo di ciò, frequentai una chiesa più tranquilla, che scelsi perché credevo che avesse più a che fare con le parole di Dio. Imparai la legge e attraverso essa appresi che io ero molto ingiusto. Dio divenne oggetto della mia paura e io appresi che non potevo sembrare onorevole alla Sua presenza e che il Suo Spirito sembrava trascurarmi.

In Isaia 59:1-2 è scritto: “Ecco non è troppo corta la mano del Signore da non poter salvare; né tanto duro è il suo orecchio, da non poter udire. Ma le vostre iniquità hanno scavato un abisso fra voi e il vostro Dio; i vostri peccati gli hanno fatto nascondere il suo volto così che non vi ascolta.” Questo sembrava adattarsi alla mia situazione. Era impossibile per me diventare Suo figlio e ricevere lo Spirito Santo perché tutto ciò che facevo o pensavo era peccaminoso.

Io temevo Dio e perciò facevo costantemente preghiere di pentimento. Nessuno mi diceva di farlo, ma io volevo stare davanti a Dio in maniera onorevole. Poiché ero nel peccato, offrivo ancora più seriamente preghiere di pentimento. Ma queste preghiere non riuscivano a mondare i miei peccati. Tutto ciò che facevo era mostrarGli i miei pensieri e la sincerità che peccati erano ancora in me. Da quel momento, iniziai a lamentarmi contro Dio. Io desideravo essere perfetto ai Suoi occhi ma non potevo essere perfetto subito, così i miei lamenti e peccati si accumulavano.

Durante questo periodo di confusione religiosa, mio padre ebbe un colpo. Egli soffrì per 40 anni nelle sale operatorie e nei letti di ospedale prima di morire. Ma io non potei pregare neanche una volta per mio padre. Ero un peccatore, perciò pensavo che se pregavo per mio padre, il suo dolore sarebbe solo peggiorato. Io ero afflitto dalla mia mancanza di fede e desideravo seguire Dio ma non potevo farlo, così continuavo a lamentarmi e alla fine mi allontanai da Lui. La mia vita religiosa finì così. Io pensavo che se credevo in Lui, il Suo Spirito sarebbe entrato in me e avrei trovato la pace, ma non era così. Dopo ciò, la mia vita divenne ancora più insignificante e vissi nella paura e nell’infelicità.

Ma il signore non mi abbandonò. Egli mi fece incontrare un credente che aveva veramente ricevuto lo Spirito Santo attraverso le parole di Dio. Io appresi da questa persona che Gesù si era caricato i nostri peccati attraverso il suo battesimo ad opera di Giovanni e che era stato giudicato per loro sulla Croce. Pertanto, tutti i peccati di questo mondo, inclusi i miei, erano tutti perdonati. Quando ascoltai e giunsi a comprendere ciò, potei vedere che tutti i miei peccati erano mondati. Dio mi aiutò a ricevere il perdono per i miei peccati, mi diede la benedizione dello Spirito Santo e mi garantì una vita pacifica. Egli mi condusse silenziosamente, mi diede una chiara comprensione del bene del male e mi dotò del potere di superare le tentazioni di questo mondo. Egli rispose alle mie preghiere e mi aiutò a vivere una vita giusta e degna. Io ringrazio davvero Dio per avermi dato lo Spirito Santo.”

Ognuno di noi è benedetto dalla grazia del Signore ed è in grado di ricevere lo Spirito Santo. Io ringrazio il Signore per avermi dato il Suo meraviglioso vangelo. Dio benedì i giusti con questa felicità. I cuori dei giusti sono gioiosi. Il Signore ci garantì la felicità eterna. Noi sappiamo quanto sono preziosi la salvezza, l’amore e la grazia di Dio e ne siamo grati. Il Signore ci diede la felicità attraverso il meraviglioso vangelo del Paradiso. Questo è qualcosa che non si può comprare con il denaro. Dio ci mandò lo Spirito Santo e anche il meraviglioso vangelo per renderci esultanti e retti. Il meraviglioso vangelo è ciò che rende le nostre vite beate. Il Signore ci diede il meraviglioso vangelo ed è felice che i giusti abbiano una vita beata.

Come è riferito in Luca, Maria disse: “Nulla è impossibile a Dio. Allora Maria disse: Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto” (Luca 1:37-38). Nel momento in cui Maria credette nelle meravigliose parole di Dio, pronunciate dal Suo angelo, Gesù fu concepito. Allo stesso modo, attraverso la loro fede, i giusti concepiscono il meraviglioso vangelo nei loro cuori.

“Poiché il giogo che gli pesava e la sbarra sulle sue spalle, il bastone del suo aguzzino tu hai spezzato come al tempo di Madian” (Isaia 9:4). Satana ha causato tutta l’afflizione, le malattie, l’e oppressione nelle nostre vite ma noi siamo troppo deboli per superarlo. Ma Dio ci ama e così Egli ha combattuto contro Satana e lo ha sconfitto.

“Poiché un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio. Sulle sue spalle è il segno della sovranità ed è chiamato: Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre per sempre, Principe della pace; grande sarà il suo dominio e la pace non avrà fine sul trono di Davide e sul regno, che egli viene a consolidare e rafforzare con il diritto e la giustizia, ora e sempre; questo farà lo zelo del Signore degli eserciti” (Isaia 9:6-7).

Dio promise di glorificarci come Sui figli attraverso il meraviglioso vangelo portato da Gesù. Egli sconfisse Satana secondo la Sua promessa e ci liberò dal potere di Satana.

Il Signore venne sulla terra e con il Suo potere promise di togliere tutta l’oscurità del peccato. Così anche noi chiamiamo il nostro Signore, il Meraviglioso. Egli ha fatto molte cose meravigliose per noi. La decisione di Dio di venire su questo mondo come Figlio dell’Uomo fu misteriosa. “Su, venite e discutiamo dice il Signore. Anche se i vostri peccati fossero come scarlatto, diventeranno bianchi come neve. Se fossero rossi come porpora, diventeranno come lana” (Isaia 1:18).

Il Signore promise di salvarci dai nostri peccati e ci diede il perdono eterno. Gesù viene definito il Meraviglioso e, di conseguenza, Egli ha compiuto opere miracolose per noi. “Ed è chiamato: Consigliere ammirabile, Dio potente.” Dio, come nostro Consigliere, ha progettato la nostra salvezza con il meraviglioso vangelo e ha eseguito il Suo piano per salvarci in eterno dai nostri peccati.

La stoltezza di Dio è più saggia dell’uomo. Fu la Sua saggezza a far sì che Gesù fosse battezzato del Giovanni e morisse sulla Croce per salvarci da tutti i nostri peccati. Questa fu l’opera misteriosa che Egli compì per noi, ma è la legge dell’amore che ci salvò da tutti i nostri peccati. La legge dell’amore è il vangelo della verità che ci conduce a ricevere lo Spirito Santo attraverso l’acqua e il Suo sangue.

Il Signore dice in Isaia 53:10: “Ma al Signore è piaciuto prostrarlo con dolori.” Gesù fece la Sua anima un’offerta per i peccati per compiere la volontà di Dio. Egli passò i peccati del mondo su Suo Figlio, Gesù Cristo, e Gli fece soffrire la pena della crocifissione in modo che fosse giudicato per essi. Questo è il meraviglioso vangelo che salvò l’umanità dei suoi peccati una volta per tutte. Cristo offrì la Sua vita per noi, pagò il salario del peccato e ci benedisse con la salvezza.



Il sistema sacrificale di Dio

Quanti peccati si caricò
Gesù attraverso il Suo battesimo
ad opera di Giovanni?
I peccati passanti, presenti e futuri
dall’inizio alla fine

Una Bibbia parla di un’offerta che portava una volta al perdono per i peccati giornalieri. Un peccatore doveva portare un animale senza macchia e imporre le mani sulla testa dell’animale per passargli i suoi peccati. Poi doveva uccidere la vittima sacrificale e portare il suo sangue dal sacerdote. Il sacerdote prendeva parte del sangue dell’animale e lo metteva sui corni dell’altare degli olocausti e versava il resto alla base dell’altare.

In questo mondo, egli poteva essere perdonato per i peccati del giorno. L’imposizione delle mani era il modo per il peccatore per passare sui peccati sulla vittima sacrificale. Coloro che offrivano i loro sacrifici secondo il sistema sacrificale potevano ricevere il perdono per i loro peccati. Il sistema sacrificale era il modo con cui noi espiavamo per i nostri peccati prima che Gesù togliesse ogni peccato.

Dio aveva stabilito anche il Giorno dell’Espiazione in modo che il popolo di Israele potesse fare l’espiazione per i peccati commessi durante un anno intero. Il sacrificio aveva luogo il decimo giorno del settimo mese. Dio nominò Aronne, l’alto sacerdote, come colui che passava i peccati dell’anno di tutti gli Israeliti al capro espiatorio. Il rituale veniva eseguito secondo il piano di Dio. Il perdono dei peccati veniva dalla Sua saggezza e amore per l’umanità. Questa è la Sua potenza.

“I corni dell’altare degli olocausti” sta per “i Libri del Giudizio” (Apocalisse 20:12), dove sono riportati i peccati dell’umanità. Il motivo per cui il sacerdote metteva il sangue dell’offerta per i peccati sui corni dell’altare degli olocausti era di cancellare i nomi e le loro trasmissioni scritti nel Libro del Giudizio. Il sangue è la vita di tutta la carne. Il sacrificio toglieva i peccati degli Israeliti e il capro espiatorio e veniva ucciso per pagare il salario del peccato. Dio li faceva uccidere un animale sacrificale perché accettasse il giudizio per i loro peccati. Questo era un segno della Sua saggezza e amore per noi.

Gesù Cristo venne su questo mondo come offerta per i peccati per eseguire il progetto di Dio. Gesù tolse i peccati del mondo attraverso il Suo sacrificio. Se noi guardiamo alle parole di questa promessa, vediamo: “Ma al Signore è piaciuto prostrarlo con dolori” o “Egli tolse i peccati del mondo.”

“Poiché un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio. Sulle sue spalle è il segno della sovranità ed è chiamato: Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre per sempre, Principe della pace; grande sarà il suo dominio e la pace non avrà fine sul trono di Davide e sul regno, che egli viene a consolidare e rafforzare con il diritto e la giustizia, ora e sempre; questo farà lo zelo del Signore degli eserciti” (Isaia 9:6-7).

La promessa misteriosa e meravigliosa fu che Gesù eseguisse la volontà di Dio ed essere la pace a tutti i credenti togliendo i peccati del mondo. La promessa di Dio fu una promessa d’amore, mediante la quale Egli progettò di portare la pace a tutta l’umanità. Questo è ciò che Dio ci promise, e questo è ciò che Egli fece.

Matteo 1:18 dice: “Ecco come avvenne la nascita di Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo.” “Gesù” significa Salvatore, colui che salverà il Suo popolo dai suoi peccati. “Cristo” significa Re Unto, Re. Gesù non aveva peccati, ed Egli è il nostro Re e Salvatore che nacque da vergine per salvare il Suo popolo dai suoi peccati.

“Essa partorirà un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati. Tutto questo avvenne perché si adempisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta” (Matteo 1:21-22).



Gesù prese tutti i peccati del mondo con Sé attraverso il Suo battesimo

È scritto in Matteo 3:13-16: “In quel tempo Gesù dalla Galilea andò al Giordano da Giovanni per farsi battezzare da lui. Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Io ho bisogno di essere battezzato da te e tu vieni da me?». Ma Gesù gli disse: «Lascia fare per ora, poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia». Allora Giovanni acconsentì. Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio scendere come una colomba e venire su di lui.”

In questo passaggio compare Giovanni Battista. Perché Gesù dovette essere battezzato da Giovanni? Gesù dovette essere battezzato per caricarsi tutti i peccati del mondo, e toglierli secondo il progetto di Dio.

“Sulle sue spalle è il segno della sovranità” (Isaia 9:7). Qui “sovranità” significa che Gesù è Colui che ha l’autorità e il potere come Padrone del Cielo, come Re del mondo. Questa è l’autorità concessa solo a Gesù Cristo. Gesù fece una cosa meravigliosa a togliere tutti i peccati dell’umanità. Questa cosa meravigliosa fu essere battezzato da Giovanni. Quello che Gesù intendeva dicendo “Poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia” è che togliere tutti peccati del mondo era giusto e conveniente.

Romani 1:17 dice: “E’ in esso che si rivela la giustizia di Dio di fede in fede.” La giustizia di Dio è rivelata nel Vangelo. Il vero vangelo dell’acqua e dello Spirito rivela veramente la giustizia di Dio? Sì! Il vero vangelo è che Gesù Cristo tolse tutti peccati del mondo attraverso il Suo battesimo e crocifissione. Il vangelo dell’acqua e dello Spirito è il meraviglioso vangelo in cui viene rivelata la giustizia di Dio. In che modo Gesù tolse i peccati del mondo? egli tolse tutti peccati del mondo quando Giovanni Lo battezzò al fiume Giordano.

“Ogni giustizia” è “pasan dikeosinin” in greco. Questo significa che Gesù tolse tutti i peccati dell’umanità nella maniera più giusta e meravigliosa. Questo significa che Gesù ci mondò da tutti peccati del mondo in maniera assolutamente giusta ed equa. Gesù dovette essere battezzato da Giovanni per cancellare i peccati del mondo.

Dio sapeva che il battesimo di Gesù era assolutamente necessario per portare la pace all’umanità. Gesù non avrebbe potuto diventare il nostro Salvatore, se non fosse stato battezzato da Giovanni e avesse versato il Suo sangue sulla Croce. Gesù serviva come offerta per i peccati per togliere tutti i peccati del mondo.

Dio dice in Isaia 53:6: “Noi tutti eravamo sperduti come un gregge, ognuno di noi seguiva la sua strada; il Signore fece ricadere su di lui l’iniquità di noi tutti.” Gesù doveva accettare tutti peccati del mondo per compiere la volontà di Dio. Questo il motivo per cui Gesù venne come offerta per i peccati nella carne di uomo e fu battezzato da Giovanni.

Gesù dovette accettare tutti i peccati dell’umanità ed essere giudicato per loro in modo da poter compiere il progetto di Dio ed esprimere il Suo eterno amore. Quando Gesù emerse dall’acqua dopo il battesimo, Dio disse: “Questi è il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto”(Matteo 3:17).



Un bambino è nato per noi

“Poiché un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio. Sulle sue spalle è il segno della sovranità ed è chiamato: Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre per sempre, Principe della pace” (Isaia 9:6). Gesù è il Figlio di Dio. Gesù è il Dio della Creazione che ha creato l’intero universo. Non solo è il Figlio di Dio Onnipotente, è anche il Creatore e il Re della Pace. Gesù è il Dio che diede la felicità all’umanità.

Gesù è il Dio della verità. Egli tolse tutti i nostri peccati, ci salvò, e ci diede la pace. C’è peccato in questo mondo? No, non c’è peccato. Il motivo per cui possiamo dire con fiducia che non c’è il peccato è che crediamo nel meraviglioso vangelo, che dice che Gesù mondo tutti peccati del mondo attraverso il Suo battesimo e sangue sulla Croce. Gesù non ci mentì. Gesù pagò il salario del peccato con il Suo battesimo e sangue. E gli fece diventare Suo figlio chiunque credette in questo e diede la pace a tutti noi. Egli ci fece vivere come Suoi figli santificati nella fede per l’eternità. Io lo dove il Signore e Gli rendo grazie.



Ecco l’agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!

Giovanni 1:29 dice: “Il giorno dopo, Giovanni vedendo Gesù venire verso di lui disse: ‘Ecco l’agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!’” Gesù Cristo apparve di nuovo di fronte a Giovanni Battista il giorno dopo aver tolto tutti i peccati del mondo attraverso il Suo battesimo. Giovanni Battista portò testimonianza a Gesù dicendo: “Ecco l’agnello di Dio che toglie i peccati del mondo!” Egli portò di nuovo testimonianza in Giovanni 1:35-36: “Il giorno dopo Giovanni stava ancora là con due dei suoi discepoli e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: «Ecco l’agnello di Dio!»”

Gesù fu il Messia che venne come l’Agnello di Dio, proprio come Dio aveva promesso nel Vecchio Testamento. Il Messia Gesù Cristo venne da noi come il Meraviglioso, Consigliere e Potente Dio, e fu battezzato per salvarci da tutti i nostri peccati. Un bambino è nato per noi. Egli accettò tutti i peccati del mondo attraverso il Suo battesimo ad opera di Giovanni, pagò il salario del peccato, e divenne il Principe della Pace che ci dà la pace e la remissione da tutti i nostri peccati. “Ecco l’agnello di Dio che togli peccati del mondo.”

Gli uomini un tempo non avevano altra scelta che morire per i loro peccati. Essi erano destinati a commettere innumerevoli peccati per via della loro natura peccaminosa e alla fine essere condannati all’inferno. Essi conducevano vite miserabili; nessuno di loro poteva entrare o perfino sognare il Regno di Dio per via delle loro debolezze. Gesù Cristo, che è nostro Dio, accettò tutti i loro peccati quando fu battezzato da Giovanni nel fiume Giordano e fu crocifisso nel giudizio per le loro malefatte. Alla Sua morte, Cristo disse: “Tutto è compiuto” (Giovanni 19:30). Questo fu il grido della Sua testimonianza del fatto che salvò tutta l’umanità dei suoi peccati e dalla morte, e che Egli liberò assolutamente chiunque credesse nel meraviglioso vangelo.

“Ecco l’agnello di Dio che toglie i peccati del mondo.” Sapete dove sono tutti i peccati del mondo? Non sono sul corpo di Gesù Cristo? Dove sono tutti i peccati e i torti che ci umiliano in questo mondo? Essi furono tutti trasferiti su Gesù Cristo. Dove sono tutti i nostri peccati? Essi sono nella Sua carne e soprattutto sulle Sue spalle; essi sono nella carne di Dio Onnipotente.



Tutti i peccati dalla nascita alla conta!

Noi commettiamo peccati per tutta la nostra vita. Noi abbiamo commesso peccati dal giorno della nostra nascita fino al giorno in cui abbiamo compiuto 20 anni. Dove sono andati tutti quei peccati commessi per 20 anni? Essi furono trasferiti sulla carne di Gesù Cristo. Anche i peccati che abbiamo commesso tra le età di 21 e 40 anni furono passati su Gesù. Per quanti anni possa vivere una persona, i peccati che ha commesso dall’inizio della sua vita fino alla fine sono stati trasferiti su Gesù Cristo. Tutti peccati che l’umanità ha commesso, a partire da Adamo fino all’ultima persona su questa terra, furono trasferiti su Gesù. Anche i peccati dei nostri figli e nipoti sono stati già passati su Gesù. Tutti i peccati furono trasferiti su Gesù nel momento in cui fu battezzato.

Ci sono ancora peccati in questo mondo? No. Non ne è rimasto nessuno. Non è rimasto nessun peccato nel mondo perché noi crediamo nel meraviglioso vangelo che ci ha dato Gesù Cristo. Avete il peccato nel vostro cuore? No. Amen! Noi crediamo nel meraviglioso vangelo che dice che Gesù Cristo ci ha salvati da tutti i nostri peccati. Noi lodiamo Gesù Onnipotente per compiuto quest’opera meravigliosa per noi.

Gesù Cristo ci ha restituito le nostre vite perdute. Ora noi crediamo nel meraviglioso vangelo per cui siamo in grado di vivere con Dio. Anche gli uomini che erano nemici di Dio — i peccatori che non avevano altra scelta che nascondersi nelle oscure foreste — ora possono essere salvati dai loro peccati credendo nel meraviglioso vangelo.

Il meraviglioso vangelo ci insegna che il Signore ha mondato tutti i nostri peccati quando fu battezzato da Giovanni, fu crocifisso e resuscitò. Noi siamo diventati figli santificati di Dio credendo nel vangelo di Gesù. Gesù ha offerto il Suo corpo per i nostri peccati. Egli, Figlio di Dio Onnipotente, che non aveva mai commesso nessun peccato in questo mondo, tolse tutti i peccati del mondo e salvò tutti coloro che credono in Lui. Isaia 53:5 dice: “Egli è stato trafitto per i nostri delitti, schiacciato per le nostre iniquità.”

Gesù tolse tutti peccati del mondo, inclusi sia il peccato originale che i peccati attuali senza tralasciare nessuna trasgressione. Egli pagò il salario del peccato con la Sua morte sulla Croce in tal modo c’è salvati da tutti i nostri peccati. Gesù mondo tutti i peccati del mondo attraverso questo meraviglioso vangelo. Noi abbiamo trovato nuova vita attraverso Gesù. Coloro che credono in questo meraviglioso vangelo non sono più morti nello spirito. Noi ora abbiamo nuova ed eterna vita, perché Gesù pago tutto il salario del nostro peccato. Noi siamo diventati figli di Dio credendo nel meraviglioso vangelo di Gesù Cristo.

Credi che Gesù Cristo è il Figlio di Dio? Credi anche che è Egli è il tuo Salvatore? Io sì. Gesù Cristo è la Vita per noi. Noi abbiamo trovato nuova vita attraverso Lui. Noi eravamo destinati a morire causa dei nostri peccati e trasgressioni. Ma Gesù pagò il salario del peccato attraverso il Suo battesimo e morte sulla Croce. Egli ci liberò dalla schiavitù del peccato, dal potere della morte, e dai vincoli di Satana.

Il Signore è Dio che ci salvò dai nostri peccati e divenne il salvatore di tutti coloro che credono in Gesù. Quando guardiamo Ebrei 10:10-12, 14 e 18, possiamo vedere che il Signore ci santificò in modo che non ci fosse più bisogno di ricevere la remissione dei peccati. Noi entriamo nel Regno di Dio credendo in Gesù. Noi eravamo destinati a morire per i nostri peccati e trasgressioni, ma ora possiamo entrare nel Paradiso e godere la vita eterna credendo nel battesimo e nel sangue di Gesù.

“Il buon pastore offre la vita per le pecore” (Giovanni 10:11). Nostro Signore venne in questo mondo per salvarci dai peccati del mondo attraverso il Suo battesimo, la Sua morte sulla Croce, e la Sua resurrezione. Egli dà anche la presenza dello Spirito Santo a coloro che hanno ricevuto la remissione dei loro peccati credendo in questa verità. Grazie, Signore. Il tuo vangelo è il meraviglioso vangelo, che può dare ai credenti la presenza dello Spirito Santo. Alleluia! Io lodo il Signore.

Torna all'elenco

 


Versione stampabile   |  

 
Bible studies
    Sermoni
    Dichiarazione di fede
    Cos'è il vangelo?
    Termini biblici
    FAQ sulla salvezza
 

   
Copyright © 2001 - 2019 The New Life Mission. Diritti riservati.